Questo sito utilizza cookie tecnici per garantirne il corretto funzionamento e migliorare l'esperienza utente. Sono anche utilizzati cookie di profilazione e di terze parti. Continuando la navigazione si accetta l’utilizzo dei cookie

Glossario SEO

Hai mai letto blog sulla SEO o sentito parlare Specialisti SEO?

Ti sarai sicuramente chiesto, almeno una vola,  cosa volessero dire i termini tecnici, acronimi e paroloni utilizzati per spiegare questo mondo. Bene! Abbiamo deciso di rimboccarci le maniche e di scrivere un dizionario SEO che fosse alla portata di chi, giustamente, non fa questo mestiere!

Di seguito troverai una buona parte dei termini che compongono un glossario SEO

Search for glossary terms (regular expression allowed)
Termine Definizione
404

(oppure “Errore 404″): è l’errore che indica che la pagina web non è stata trovata dallo user agent (browser, crawler, ecc..). Solitamente questo errore si previene attraverso l’utilizzo dei redirect 301.

A/B Test
La strategia per testare alcune porzioni di una pagina web per capire quale versione converte maggiormente per l’obiettivo prefissato. Solitamente viene utilizzato per le campagne adv come adwords o facebook ads, quasi mai nella SEO organica in quanto non si avrebbe un riscontro immediato.
Above the fold
Il termine above the fold proviene dal mondo giornalistico e significa letteralmente “sopra la piega”. Infatti i giornali quando vengono venduti sono piegati e tutto il contenuto che si vede è above the fold. Nel web il termine above the fold rappresenta l’area visibile di un sito prima di effettuare lo scroll con la rotella del mouse. In questa porzione di schermo si tende ad inserire i contenuti più importanti, poichè sono i primi che vengono mostrati all’utente. Nel contesto del web marketing gli spazi pubblicitari e gli annunci sono quelli che hanno un costo più elevato e un tasso di click più (CTR) elevato.
AdSense
Il sistema di Google che consente a chi ha un sito web o un blog di poter monetizzare le visite mostrando degli annunci pubblicitari della piattaforma Adwords. Tali annunci sono profilati sulla base dei contenuti e degli argomenti trattati all’interno della pagina.
AdWords
Il sistema Adwords è il network con cui google consente di promuovere le aziende con annunci pubblicitari a pagamento. Il sistema mostra gli annunci sia nelle sERP che nel network di affiliati Adsense e si basa molto sulla contestualizzazione degli annunci all’interno sia delle ricerche che dei contenuti degli affiliati. E’ il canale di annunci PPC (Pay per click). Con questo sistema è possibile noleggiare la visibilità di alcune parole chiave strategiche fino al raggiungimento del budget prestabilito nell’account.
Affiliate program
In pratica un sistema di provvigioni online. Il programma di affiliazione consente di promuovere un prodotto o servizio, che se poi viene acquistato nel sito del fornitore, riconosce una percentuale o un credito a chi ha promosso tale vendita nel proprio sito o portale
Agent
E’ un’entità che può connettersi ad un server web come un browser desktop, un dispositivo mobile, un crawler dei motori di ricerca o di altre applicazioni. In alcuni casi poter riconoscere gli user agent può tornare utile per mostrare una versione del sito piuttosto che un’altra (ad es. browser desktop o di uno smartphone per far vedere o meno la versione responsive di un sito web)
Aggregatore
Solitamente sono portali o applicazioni web che hanno il compito di riunire e quindi aggregare informazioni, spesso di uno stesso argomento o tema.
Algoritmo
E’ un sistema attraverso il quale viene risolto un problema o viene risposto ad un’esigenza. Nel campo della SEO l’algoritmo è come i motori di ricerca calcolano il posizionamento dei siti web nelle SERP. I motori di ricerca tendono a migliorare e a modificare i propri algoritmi per fornire risultati sempre più in linea con le richieste degli utenti.
Allintitle:”parola chiave”
E’ un comando specifico di Google per cercare tutti i siti che contengono nel proprio Tag title la parola chiave esatta (racchiusa tra virgolette) ricercata. Molto utile per scovare i concorrenti online.
Alt
Attributo Alt delle immagini che si applica ai tag HTML img. Visto che i motori di ricerca non possono conoscere (ad oggi) il contenuto delle immagini, questo attributo serve ad indicare quello che un utente troverà in tale immagine. Spostando il cursore del mouse sopra all’immagine apparirà l’attributo alt.
Anchor text

E’ il testo che si trova all’interno del tag HTML. Esempio: Il tuo link. Viene utilizzato nelle voci di menu e all’interno degli articoli per puntare a risorse esterne, interne al sito oppure interne alla stessa pagina.

Applet
E’ un piccolo Programma Java che solitamente viene inserito nelle pagine HTML.
Article marketing
Pratica per promuovere il proprio sito web attraverso la redazione di articoli che vengono pubblicati in siti specifici di article marketing. Tale strategia funzionava benissimo qualche anno addietro.
ASP
Il linguaggio di programmazione ideato da Microsoft per sviluppare siti web. ASP è l’acronimo di Active Server Pages.
Authority
L’autorevolezza di un sito dipende da tantissimi fattori. Uno dei metodi più utilizzati è quello introdotto da MOZ e comprende oltre 150 fattori. L’autorevolezza si può applicare a Domain Authority (autorevolezza del dominio) e Page Authority (autorevolezza di una pagina).
Authorship
Era il metodo utilizzato da Google per assegnare l’autorità di un contenuto ad un autore specifico. Tale sistema si appoggiava alla piattaforma Google+ e mostrava l’avatar o la foto associata al profilo del social network nelle SERP. Dal 2014 Google ha interrotto tale metodo.
Backlink
E’ un link in entrata da un sito o dominio verso un altro. I backlink sono un indice di popolarità e autorevolezza di un sito web nel proprio contesto e settore. I back link più importanti da ottenere sono quelli provenienti da siti che operano nello stesso settore e con una popolarità superiore a quella del nostro sito. Ciò consente ai motori di ricerca di premiarci e nel medio / lungo periodo portare la pagina o il sito linkato più in alto nelle SERP.
Bad Neighborhood
Alcuni siti web possono essere considerati cattivo vicinato. Questo si riferisce a tutti i siti web che sono stati severamente declassati dai motori di ricerca. Ad esempio, potrebbero aver violato alcune linee guida dei motori di ricerca. I siti web di Bad Neighborhood solitamente appaiono molto in basso o per nulla nelle pagine dei risultati di ricerca. Ad esempio, i siti web contenenti termini come "gioco d'azzardo", "casinò", "pornografia" o "Viagra" sono classificati come Bad Neighbours. Fai attenzione ai link da o verso i Bad Neighbors! Avranno un effetto negativo sulla tua posizione nei risultati di ricerca. Nella valutazione di un sito Web, i motori di ricerca spesso guardano lo stato dei siti web che hanno collegamenti ad esso.
Banned
Un sito web è considerato bannato, ovvero cancellato o bandito, dai risultati delle ricerche di un motore di ricerca quando vengono individuate tecniche scorrette di posizionamento nei motori di ricerca. Solitamente ciò avviene quando non vengono seguite le linee guide proposte dai vari motori. Si può trattare di spam, cloacking, ecc...Ovviamente è la penalizzazione massima che si può ottenere da un motore di ricerca.
Below the fold
Come per il termine Above the fold, questo termine significa sotto la piega e nel web si riferisce a tutti i contenuti che si trovano al di sotto della prima schermata, quelli che necessitano lo scroll per essere visualizzati.
Bid
Quando si noleggia la visibilità online su network Pay per click, il termine bid è la puntata o offerta che si intende pagare quando un utente cliccherà sul nostro annuncio. Ovviamente più alta sarà l’offerta e più sarà possibile che il nostro annuncio risulti ben posizionato.
Black Hat SEO
La Black Hat SEO è l’opposto di White Hat SEO. Comprende tutte le operazioni che non seguono le direttive e linee guida dei motori di ricerca per ottenere il posizionamento. Le tecniche e le operazioni sono numerosissime e bene o male, prima o poi chi ne fa utilizzo viene scoperto e penalizzato.
Blog
Originariamente i blog erano conosciuti principalmente come luoghi in cui le persone potevano scrivere delle loro attività quotidiane. Oggi i blog sono lo strumento con cui persone, professionisti e aziende parlano dei loro interessi.
Bookmarking
In italiano significa “segnalibro” ed è l'azione di salvare una pagina web secondo le proprie preferenze (etichette o tag, titolo, categoria, ecc).
BOT
I bot sono dei programmi che sono in grado di analizzare il web alla ricerca di nuovi siti e pagine da aggiungere alla propria banca dati. Esempi pratici sono quelli dei motori di ricerca che scansionano la rete senza sosta per individuare nuove risorse.
Bounce Rate
Bounce rate significa Frequenza di rimbalzo, ovvero indica la frequenza con cui gli utenti del nostro sito lo abbandonano dopo pochissimo tempo. Per i motori di ricerca è un indice di gradimento delle pagine di un sito web. Più è bassa la frequenza di rimbalzo e più il contenuto è interessante per l'utente.
Broken link
Un broken link è collegamento difettoso o un collegamento che non ha oggetto o che non porta a nulla. Le cause per i collegamenti difettosi includono errori di programmazione, siti web temporaneamente non disponibili o se l'indirizzo del sito collegato a un link è cambiato. I collegamenti difettosi riducono la qualità di un sito web e rendono più difficile il lavoro del crawler. Per questi motivi un sito Web con collegamenti difettosi apparirà più in basso nei risultati di ricerca.
Business directory
Una directory aziendale è come una versione online delle Pagine Gialle. Ogni directory aziendale contiene un elenco di società elencate alfabeticamente per settore. Le singole voci sono quindi spesso collegate al sito web della società corrispondente. La business directory aiuta gli utenti a cercare aziende, servizi o prodotti nella propria area in modo più mirato. Dal punto di vista dell'ottimizzazione dei motori di ricerca, una voce in una directory aziendale è importante; rende più facile trovare il sito Web in questione e crea un backlink aggiuntivo.
Cache
La cache del browser è una posizione di archiviazione temporanea sul computer per i file scaricati dal browser per la visualizzazione di siti Web. I file memorizzati nella cache locale includono tutti i documenti che costituiscono un sito Web, ad esempio file html, fogli di stile CSS, script JavaScript, nonché immagini grafiche e altri contenuti multimediali. Quando si rivisita un sito Web, il browser controlla quale contenuto nel frattempo è stato aggiornato e scarica solo i file aggiornati o ciò che non è già memorizzato nella cache. Ciò riduce l'utilizzo della larghezza di banda sia lato utente che lato server e consente di caricare più velocemente la pagina. Quindi, la cache è particolarmente utile quando si dispone di una connessione Internet lenta o limitata.
Caffeine
Per la prima volta annunciato nell'agosto 2009 da Google, Caffeine è la nuova infrastruttura di indicizzazione del Web progettata per offrire risultati più rapidi e più freschi e consentire a Google di eseguire la scansione e l'indicizzazione di più pagine Web.
Cloaking
Il Cloaking è una tecnica di ottimizzazione dei motori di ricerca in cui il contenuto o le informazioni presentate all'utente sono diverse rispetto a quelle presentate ai crawler dei motori di ricerca (cioè spider o bot) per una migliore indicizzazione. La definizione di cloak è, in altre parole, un server Web che è appositamente programmato per restituire contenuti diversi ai motori di ricerca creando un contenuto di mantello. Il cloaking è una pratica illegale ed è considerato Black Hat SEO. Il motore di ricerca può bannare in modo permanente dal nostro indice qualsiasi sito o autore di siti che si cimentano nel cloaking.
Clustering
In termini SEO ha lo scopo di raggruppare in un unico risultato con più link un sito web in modo che questo non occupi tutte le posizioni della SERP. Questo meccanismo consente di offrire una scelta più ampia all'utente che digita una certa parola chiave.
CMS
Un CMS è l'acronimo di Content Management System, ovvero Sistema di gestione dei contenuti. E' un applicazione web che consente in maniera più o meno immediata di poter gestire i contenuti (testuali, video, documenti, fotografici) senza conoscere necessariamente i linguaggi di programmazione.
Content marketing
Content marketing è una strategia di marketing per attrarre e trasformare i visitatori in clienti creando e condividendo contenuti gratuiti di valore. Lo scopo del content marketing è aiutare le aziende a creare fedeltà al marchio sostenibile e fornire informazioni utili ai consumatori, oltre a creare la volontà di acquistare prodotti dall'azienda in futuro. Questa forma relativamente nuova di marketing non comporta vendite dirette. Invece, crea fiducia e serve a dialogare con il proprio pubblico.
Contenuti dinamici
I contenuti dinamici sono quelle pagine web che vengono richiamate attraverso la valorizzazione di alcune variabili (es: index.php?var=3&p=23). I motori di ricerca non apprezzano che gli indirizzi delle pagine web siano di quel tipo e preferiscono indirizzi parlanti o SEF (/nome-della-pagina.html)
Contenuto duplicato
Il contenuto duplicato è contenuto che appare su Internet in più di un posto. Quel "un posto" è definito come una posizione con un indirizzo di sito Web unico (URL), quindi, se lo stesso contenuto appare a più di un indirizzo web, hai contenuti duplicati. Pur non essendo tecnicamente una penalità, il contenuto duplicato può ancora a volte influire sul posizionamento nei motori di ricerca. Quando ci sono più parti, come Google le chiama, contenuti "apprezzabilmente simili" in più di una posizione su Internet, può essere difficile per i motori di ricerca decidere quale versione è più pertinente per una determinata query di ricerca.
contextual advertising
La pubblicità contestuale è una forma di pubblicità mirata per annunci pubblicitari visualizzati su siti Web o altri media, come i contenuti visualizzati nei browser mobili. Gli annunci stessi sono selezionati e serviti da sistemi automatizzati basati sul contenuto visualizzato all'utente.
Conversion Rate
In italiano è il tasso di conversione di un obiettivo. L'obiettivo è l'azione desiderata può assumere molte forme, variando da un sito all'altro. Gli esempi includono vendite di prodotti, registrazioni di abbonamenti, iscrizioni a newsletter, download di software o qualsiasi attività al di là della semplice navigazione di pagina. Il tasso di conversione è la percentuale di raggiungimenti degli obiettivi.
Conversion Rate Optimization
Di fatto sono le operazioni che vengono eseguite per ottimizzare il tasso di conversione di un obiettivo.
Conversione
La conversione è il raggiungimento di un obiettivo marketing. Nei siti e-commerce può essere l'acquisto di un prodotto, in un sito aziendale può essere una richiesta informazioni oppure il download di una brochure.
Cookie
I cookie sono piccoli file che sono memorizzati sul computer dell'utente. Sono progettati per contenere una modesta quantità di dati specifici per un determinato cliente e sito Web e sono accessibili dal server Web o dal computer client. Ciò consente al server di consegnare una pagina su misura per un particolare utente, o la pagina stessa può contenere alcuni script che sono a conoscenza dei dati nel cookie e quindi è in grado di trasportare informazioni da una visita al sito Web (o sito correlato) al prossimo.
CPC
Acronimo di Cost per Click, in italiano Costo per clik. Nelle campagne PPC (Pay per click) è il costo singolo per ciascun click su un determinato annuncio.
CPI
Cost per Impression. Costo per ogni visualizzazione, ad esempio di un banner.
CPM
E' l'acronimo di Costo per Mille. Solitamente è associato a campagne pubblicitarie online, in cui si noleggiano spazi pubblicitari o parole chiave a pacchetti di 1000 visualizzazioni.
Crawler
Un crawler è un programma che visita i siti Web e legge le loro pagine e altre informazioni al fine di creare voci per l'indice di un motore di ricerca. I principali motori di ricerca sul Web hanno tutti un programma del genere, noto anche come "spider" o "bot". I crawler sono in genere programmati per visitare i siti che sono stati inviati dai loro proprietari come nuovi o aggiornati. Interi siti o pagine specifiche possono essere visitati e indicizzati in modo selettivo. I crawler apparentemente hanno guadagnato il nome perché strisciano attraverso un sito una pagina alla volta, seguendo i collegamenti ad altre pagine del sito fino a quando tutte le pagine sono state lette.
Scambio link
Scambio di link tra uno e più siti web. Un tempo lo scambio di link era utile al posizionamento, ai giorni nostri Google non considera più questa pratica come efficace per migliorare il posizionamento.

Ci piacerebbe conoscere il tuo prossimo progetto.

SCRIVICI UNA MAIL CHIAMA 0575 1975124

 

Menu