Quanto costa lo sviluppo di un sito web?

Una bella domanda vero? Con il digitale che avanza sempre più, la necessità di dotarsi di un sito web non si può più nemmeno discutere. La questione, quindi, non è SE, ma QUANDO E COME farlo. Tuttavia, per esperienza sappiamo che un nodo cruciale per chiunque voglia avere un sito internet è sapere quanto costa.

Che il sito – il primo o uno nuovo - ti serve già lo sai, perché probabilmente sono emerse nuove necessità per il tuo business o hai dato uno sguardo ai tuoi competitor e ti sei accorto della loro dimensione digitale. Magari stanno anche già generando contatti e contratti sul loro portale nuovo di zecca, e tu? Giustamente vuoi sapere quanto devi spendere per metterti in pari.

Bene, andiamo al dunque, se vuoi sapere quanto costa lo sviluppo di un sito web, sei nel posto giusto. Da quello che si legge in giro c’è anche chi sviluppa (si fa per dire) siti internet a 16 € (non è uno scherzo!) ma forse la domanda corretta allora è: qual è il prezzo giusto di un sito internet? Questa prospettiva è già più in linea con il nostro approccio abituale di agenzia web. Perché non c’è un prezzo massimo, c’è un prezzo adeguato.

Messa così ci rendiamo conto che la nostra risposta non risolve tutti i dubbi. Forse ora hai più domande e curiosità di prima. Lascia la nostra guida ti sia di aiuto.

Quanto costa il TUO sito? Parliamone

“Buongiorno”, esordisce il cliente che entra in un ristorante e aggiunge: “ho fame, vorrei mangiare qualcosa”. Ecco, se entri in un ristorante è ovvio che hai fame, ma cosa desideri esattamente? Il semplice piatto del giorno, oppure vuoi ordinare un particolare piatto, con specifici ingredienti e caratteristiche che rispecchino i tuoi gusti e necessità specifiche?

Questa semplice metafora era per dire che il prezzo di un sito web non può essere prefissato a priori. Non esistono soluzioni preconfezionate che vanno bene per tutti. Quando un nuovo cliente viene da noi per chiederci lo sviluppo del suo sito web, la prima cosa che ci preme fare è conoscere quali sono le sue idee e i suoi bisogni (compresa un’indicazione sul budget disponibile).

A quel punto entra in gioco la nostra competenza ed esperienza per suggerire la soluzione più adeguata in base alle condizioni di partenza e all’obiettivo che si desidera raggiungere. Spendere poco non significa adottare soluzioni scadenti, come spendere tanto non significa sempre riuscire a ottenere il massimo risultato (molto spesso non serve affatto allocare più budget del dovuto nella realizzazione del sito).

Dunque, stabilito che bisogna valutare sempre e comunque quello che serve nel tuo caso specifico, partiamo da alcune domande che puoi porti per prendere le decisioni giuste e soprattutto capire di che budget necessiti. Così in seguito potrai procedere più spedito nella realizzazione della tua idea.

1 - Cosa fai e che budget hai?

Un primo fattore che impatta molto le scelte future in fatto di costi di un sito web è l'analisi del background. C’è una bella differenza tra essere il titolare di un’azienda locale che cerca di farsi spazio tra le altre pizzerie ed essere il responsabile marketing di un’azienda medio grande già presente sul mercato che pensa al lancio di un sito in grande stile per valorizzare il suo brand e aumentare la visibilità.

Si tratta di casi diametralmente opposti. Quando si ha poco budget molto spesso si tenta il “fai da te”, magari con un sistema semplificato drag and drop o con template già pronti su Wordpress o altre piattaforme. Purtroppo questo è solo un modo per arrangiarsi e cercare di risparmiare, non certo la strada per ottenere risultati concreti.

In caso contrario, quando il budget non manca, a volte si corre il rischio di realizzare una piattaforme bella esteticamente e molto buona a livello tecnico, che poi non è ottimizzata e non porta ai risultati sperati. Insomma, ci vuole un grande equilibrio e ragionamento e allora sì che si può creare il sito giusto per le specifiche esigenze.

La consapevolezza che abbiamo acquisito in tanti anni di lavoro è che, di fatto, ogni azienda non ha un budget. Perché è molto complesso allocare risorse per qualcosa che non conosci a fondo.

2 - Come vuoi gestire il sito?

Su questo punto bisogna avere le idee molto chiare. Vuoi mantenere all’interno dell’azienda la gestione del sito oppure pensi di delegarla?

Noi abbiamo un pensiero ben definito su questo: se hai un’attività ben avviata è perché è ciò che sai fare. Quell’attività è il tuo mestiere ed è lì che riesci ad eccellere e dare il meglio di te. Un piccolo spunto di riflessione per dirti che forse è più proficuo continuare a pensare alle tue strategie di crescita e di business e non improvvisarti webmaster.

Di certo è importante che lavori anche tu sulla tua piattaforma per dare la giusta impronta, per inserire alcuni contenuti specifici e curare alcuni aspetti, ma da un punto di vista gestionale, meglio delegare. È un costo, è vero, ma in questo modo risparmi tempo e ti garantisci il massimo risultato.

3 - Di quali funzioni hai bisogno?

Questa è una domanda chiave per capire come mai non c’è un prezzo standard per un sito web. Una ricetta fatta con quattro ingredienti non può costare quanto una realizzata con dieci.

Il nostro consiglio? Comprendere bene i tuoi bisogni attuali, concreti, partire da lì e valutare poi integrazioni e funzionalità aggiuntive nel corso del tempo. Il giusto mezzo, come sempre, è la risposta corretta.

Molti, pensando al proprio sito web immaginano che debba essere qualcosa di intergalattico, pieno di funzioni. La verità è che nella maggior parte dei casi questa idea non corrisponde a ciò che l’utente vuole, perché è a lui/lei che servirà il sito web.

Troppe funzioni, elementi in movimento, widget, banner e tutto il resto hanno spesso lo svantaggio di inficiare la qualità di navigazione dell’utente. Quindi è importante scegliere le funzioni che rendono piacevole e usabile il sito web e puntare su quelle, ottimizzandole al massimo.

4 - Pensi a un template custom o standard?

Partiamo da qualche definizione. Un template custom è fatto su misura mentre un template commerciale viene acquistato e modificato. Come web designer, la nostra opinione è che la scelta dipende dall’immagine che vuoi trasmettere, dai tuoi obiettivi e, ovviamente, dal tuo budget.

La soluzione solitamente più adatta a siti web aziendali con budget contenuti è la personalizzazione di un template commerciale. Per lo sviluppo di un template custom, dove il processo prevedere la realizzazione grafica e poi lo sviluppo da zero del template, i costi sono diversi.

Ridurre il tutto a termini economici, però, è un peccato, perché la creazione di un sito web dipende molto anche dalle performance che ci si aspetta dal sito come strumento di vendita e di web marketing.  

5 - A quale hosting stai pensando?

Di base l’hosting non è un grande voce nel budget. Ci sono soluzioni adatte a tutte le tasche. I costi possono aumentare in 3 casi:

  • Se il sito è particolare e richiede grandi spazi di archiviazione
  • Se si desiderano grandi performance in termini di velocità
  • Se si vogliono acquistare particolari servizi aggiuntivi e funzioni

Il consiglio è che quando hai in mente di fare posizionamento, l’hosting deve essere molto buono. Google non ha molto tempo da dedicare al tuo sito, quindi più è veloce e più pagine riesce a indicizzare.

Chi fa il sito web?

Per finire tocchiamo una questione davvero cruciale: da chi farsi sviluppare il sito web? Sono 3 le opzioni per la progettazione del tuo sito web:

1 - Lo ‘smanettone’ (che di solito è il cugino o l’amico del figlio)

Vuoi realizzare un sito web senza alcuna pianificazione o strategia? Be’, allora puoi chiedere allo smanettone di turno con mille competenze (se le avesse, forse, avrebbe capitalizzato il suo sapere…) senza in realtà padroneggiarne davvero nessuna. Sa fare un po’ di tutto: se la cava un po’ col codice, installa i template e, se serve, lavora anche un po’ con Photoshop.

Il risultato? Sebbene alla fine l’interfaccia assomigli a un quadro di Picasso (senza offesa per il grande artista) e nonostante il sito alla fine abbia la stessa usabilità di un cubo di Rubik, alla fine avrai il tuo sito.  

Ironia per dire che un’azienda o un professionista non può scegliere questa strada. È vero, costa poco sulla carta, ma costa tantissimo in realtà: l'improvvisazione costa il tuo tempo, tempo prezioso perso in un mercato ultra competitivo e sempre più digitale, in cui se hai un sito web di cinque anni fa già sei fuori da qualsiasi partita.

2 - Il professionista o freelancer

Ora cominciamo a fare più sul serio. Il web developer freelance è una figura  ben definita, con partita IVA e che (almeno in teoria) sa il fatto suo. Ce ne sono molti e sono in grado di portare a termine il lavoro con discreto successo. Il vantaggio è che in media si può ottenere anche un costo più basso rispetto ad altre soluzioni.

Quindi è questa la scelta più saggia? Non sempre. Il professionista in genere è una figura piuttosto verticale. Gli dici che ti serve il sito, gli spieghi come ti serve, lui ti supporta e magari ti consiglia, poi porta a termine le attività che gli hai assegnato e… fine.

Obiettivamente è difficile che una figura professionale che lavora da sola, per quanto specializzata, possa avere sia la disponibilità di tempo sia tutte le competenze necessarie per riuscire a garantirti il risultato, qualsiasi siano le tue esigenze.

Il freelancer è la scelta migliore se il tuo progetto web non ha particolari intenzioni di crescita. Commissioni il lavoro, il sito viene consegnato e chi s’è visto s’è visto. Il freelancer è una buona opzione solo se vuoi mantenere basso il budget con una soluzione immediata e tutto in uno.

3 - Perché scegliere un’agenzia web?

Il tuo sito rappresenta la tua azienda, una cosa a te cara. Non è qualcosa da affidare al primo che capita. Oggi un sito web è un vero strumento di lavoro, di crescita, di ottimizzazione delle risorse, ma solo se progettato e organizzato in base a una strategia. Già questo termine dovrebbe farti capire il valore aggiunto di una web agency: più teste pensanti, in moto per creare un progetto su misura per la tua azienda.

Per essere seguiti, supportati e consigliati sulle strategie di marketing online è l’agenzia che ha la potenza di fuoco più adeguata. Si può adattare a qualsiasi tipo di progetto, ma più di ogni altra cosa è indispensabile quando pensi a un progetto sul lungo termine in cui la realizzazione del sito web è la colonna portante.

A quel punto è necessario definire con l’agenzia una strategia a 360° che proceda per gradi, per obiettivi chiari e raggiungibili che portino ad altrettanti risultati. L’agenzia ha il compito di rendere tangibile, misurabile e realizzabile il tuo progetto web e di dirti quello di cui hai bisogno per farcela.

Certo, non tutte le agenzie sono uguali. Anche qui è possibile trovare diversi gradi di specializzazione. Quindi è necessario valutare bene tutte le caratteristiche specifiche dell’agenzia cui ti rivolgi per capire se è quella che fa al caso tuo e se in essa vi sono tutte le competenze necessarie.

Comunque sia, l’agenzia deve essere ben strutturata per garantire i giusti tempi di risposta alle tue richieste e per sviluppare il progetto in tempi ragionevoli.

Costi di realizzazione sito web: conclusioni

Abbiamo detto molto, ma è solo la punta dell’iceberg. Se hai l’obiettivo di avere un buon sito web, fermati a valutare le opportunità che si adattano meglio alle tue esigenze. Soltanto dopo un accurato studio puoi prendere una decisione che si basi su capacità di ascolto e comprensione, budget e desideri specifici.

I consigli che ci sentiamo di sottolineare sono i seguenti:

  1. Non improvvisarti web master
  2. Evita chi a sua volta si improvvisa  
  3. Valuta bene quello di cui necessiti davvero

Nessuno ha mai preso l’aereo per andare al supermercato, così come nessuno è mai partito a piedi per andare sulla luna. Tutto dipende da chi sei, dove vuoi andare e le risorse che oggi hai per farlo.

Francesco|Borgianni
FrancescoBorgianni