Realizzare un sito web con configuratore online

Partiamo da un principio guida nella realizzazione di siti web: per un’azienda il sito internet deve essere sviluppato affinché sia uno strumento di lavoro. L’obiettivo numero uno è senza dubbio generare contatti profilati, vale a dire fare in modo che gli utenti che lo visitano lascino i propri dati personali in seguito a un interesse palese.

Difficilmente questo avviene senza avere nulla in cambio.

Le persone compilano form per avere informazioni più dettagliate (brochure, cataloghi, ecc.), per ricevere sconti, per iscriversi a una newsletter oppure per ricevere un preventivo. Ed è proprio in quest’ultimo caso che un configuratore online diventa davvero un utile strumento per ottenere risultati concreti.

Come web agency curiamo spesso progetti web dove il configuratore entra a fare parte di una strategia di web marketing molto più ampia. Permettere agli utenti di configurare un servizio e un prodotto on line in base alle proprie esigenze per poi ricevere un prezzo pertinente a tali parametri è un servizio a tutti gli effetti.

Vediamo insieme cos'è un configuratore online, a cosa serve e quali benefici può portare a un'azienda.

Che cosa è un configuratore?

Un configuratore è uno strumento che consente all'utente del sito web di ‘costruire’ un prodotto o un servizio in base alle proprie esigenze attraverso un set di domande. Sono quasi sempre domande a scelta multipla. Tuttavia, è possibile prevedere anche risposte aperte per alcune domande che non influiranno sul prezzo finale, ma che consentiranno all'azienda di conoscere meglio i bisogni di chi sta utilizzando lo strumento messo a loro disposizione.

La domanda che i nostri clienti ci pongono spesso prima di realizzare un sito web con configuratore è: quante domande fare all'utente?

Questo dipende da quelle che sono necessarie all'azienda per definire il prezzo finale (anche se si tratta di una stima indicativa che sarà poi affinata in una fase di contatto successiva). Noi diciamo sempre che il configuratore non fa altro che porre le domande che farebbe un venditore dell’azienda.

Infatti, un sito web con configuratore va a ottimizzare i tempi dell’azienda, rendendo sempre disponibile uno strumento di vendita/prevendita a potenziali clienti.

Per ricevere il prezzo in questione, gli utenti dovranno lasciare dati personali come nome, e-mail o recapito telefonico. Alcune aziende utilizzano le richieste da configuratore per profilare l’utenza che si rivolge a loro tramite canali digital e domandano anche informazioni socio-demografiche.

Alcuni esempi di sti web realizzati con configuratore

Tra i più noti configuratori online troviamo quelli delle case automobilistiche, che sono anche molto immersivi dal punto di vista esperienziale. In alcuni casi il loro livello di complessità è abbastanza avanzato.

Ci sono poi configuratori più semplici, sia nel loro utilizzo, sia nel costo di realizzazione. Noi ne abbiamo sviluppati alcuni per ambiti molto diversi. Per capire la versatilità di questo strumento, sia di vendita che di lead generation, si possono realizzare configuratori che vanno dalle case in bioedilizia alle isole robotizzate.

 

configuratore sito web lam ambiente

 

configuratore sito web tera automation

Quali sono vantaggi principali di avere un configuratore nel proprio sito?

Ma perché inserire lo sviluppo di un configuratore in un progetto di realizzazione sito web? Per i suoi indiscutibili vantaggi:

  1. Semplifica la scelta per un utente che non conosce bene i prodotti/servizi;
  2. Guida un utente alla scelta del prodotto o della soluzione più adeguata ai suoi scopi;
  3. Fa ottenere all'azienda un contatto profilato (più informazioni chiave abbiamo e più è semplice fare una quotazione o conoscere i reali interessi di un potenziale cliente);
  4. Crea interazione sul sito e aumenta il tempo di permanenza di un utente.

È complicato sviluppare un configuratore per il proprio sito?

Dipende, ma in linea di principio no. Il lavoro si può complicare se, oltre alle domande predefinite, devono essere aggiunti valori parametrici che fanno variare il prezzo finale del prodotto. Può avvenire che a ogni risposta venga fatto corrispondere un incremento (calcolato in numero o in percentuale) rispetto a un prezzo base di partenza.

In alcuni casi i configuratori forniscono un prezzo indicativo finale della selezione fatta durante la configurazione, altri no.

Quando sviluppare  un configuratore?

Non tutti i settori o servizi potenzialmente si adattano alla creazione di un configuratore online.

Vero è che il fiore all’occhiello delle aziende italiane è il ‘fatto su misura’, quindi potenzialmente può andare bene in moltissimi contesti. Si tratta di analizzare che ruolo deve avere il configuratore nella realizzazione del sito web e con quale finalità l’azienda intende utilizzarlo.

Francesco|Borgianni
FrancescoBorgianni