Web e turismo: prenotazioni dirette su sito web

Quello turistico è il mercato online che in Italia, da sempre, registra le più alte percentuali di vendite. Secondo l’Osservatorio Digitale del Politecnico di Milano, è proprio il settore turistico a trainare la penetrazione degli e-commerce nel nostro Paese anche se, nel primo semestre 2020, ha vissuto una inevitabile contrattura. 

Questo perché il viaggio, fin da sempre, è stato un prodotto acquistato senza 'toccare con mano' il prodotto stesso. Una volta esistevano solo le agenzie di viaggio, tu andavi lì, sfogliavi il catalogo e sceglievi la tua vacanza in base all’offerta dell’agenzia.  

La realizzazione di siti web per il turismo ha di conseguenza un ruolo molto importante nell'andamento di questo comparto. Pensiamo a tutte le strutture ricettive presenti in Italia, alle attrazioni, ai luoghi di interesse storico, ai parchi naturali. Per ognuno di essi il sito web è uno strumento vitale, sebbene molti ancora si siano fermati al web design di 10 anni fa.

Il panorama web in ambito turistico, infatti, è davvero molto vario. Incontriamo piccoli B&B con siti web realizzati alla perfezione, con fotografie professionali e una comunicazione efficace e coerente a 360° su più canali digitali, così come hotel quattro stelle o boutique hotel con siti internet fatiscenti e neanche una pagina Facebook aziendale. I primi stanno sicuramente avendo risultati concreti, frutto di un lavoro di web marketing e di presenza on line efficace.

Un'altra evidenza è che non soltanto molte strutture ricettive e servizi turistici hanno siti web datati, ma che anche laddove il sito web aziendale è nuovo e ben fatto, non è dotato di strumenti di prenotazione e acquisto online.

OTA o realizzazione di  siti web con sistemi di prenotazione diretta?

Indipendentemente dalle dimensioni del servizio turistico, moltissimi utenti oggi si aspettano la possibilità di acquistare online camere e biglietti d’ingresso. Si sono abituati a farlo nel corso di questi vent’anni, con la nascita a inizio anni Duemila dell OTA, le online travel agency (Booking.com, Google, Kayak, Trivago, Expedia per citarne alcune), ovvero agenzie che fanno da intermediazione tra i servizi turistici e i clienti.

Non c’è dubbio, le OTA sono comode, permettono di visualizzare molte recensioni e punteggi, è possibile selezionare le strutture e servizi accessori utilizzando moltissimi filtri di ricerca. Dal punto di vista della struttura ricettiva e dei servizi turistici, offrono invece una grandissima e vantaggiosa visibilità, assicurata da notevoli investimenti in advertising.

La grande potenza di fuoco delle agenzie turistiche online sono proprio le ingenti pubblicità sui principali motori di ricerca, e non solo. Parliamo di grandi budget destinati a spot televisivi e a pubblicità su riviste e radio. Di tutto il mondo.

Facile immaginare che nessuna struttura ricettiva possa eguagliare investimenti di questa portata, eppure il vento sta cambiando. 

Sempre più strutture ricettive si stanno dotando di strumenti di prenotazione diretta che non prevedono commissioni. Perché se le OTA offrono molti indiscutibili vantaggi, in primis la visibilità, le commissioni sono il deterrente principale che spinge gli albergatori a scegliere di investire tali commissioni in progetti web personalizzati.

Non significa che le OTA non sono efficaci, tutt'altro. Ma il dato di fatto è che molte strutture ricettive stanno assimilando l'importanza di realizzare un sito web funzionante e funzionale e di creare un proprio percorso per ottenere visibilità sui motori di ricerca, acquisire posizioni su Google, farsi conoscere dagli utenti e vendere soggiorni direttamente dal proprio sito web.

Tutto inizia dal sito web della struttura ricettiva

Ottenere prenotazioni online sul proprio sito web, però, richiede lavoro e strategia. Senza dubbio, il punto di partenza è la realizzazione di un sito internet aggiornato, responsive e dotato di uno strumento di prenotazione sincronizzato con il gestionale aziendale. 

Questo vale sia per le strutture ricettive, sia per tutte quelle attrazioni e servizi turistici che ancora oggi non consentono agli utenti l’acquisto online del biglietto d’ingresso.

Il grande grazie che dobbiamo dire alle OTA è di avere preparato un terreno fertile. Infatti, oggi gli utenti acquistano online soggiorni e biglietti d’ingresso o di viaggio con molta tranquillità e meno pregiudizi rispetto al passato. Scegliere in autonomia orari, camere e opzioni è un divertimento per molti. In più, la velocità del servizio e la possibilità di non fare file, nel caso dei servizi turistici, ha un valore inestimabile. 

Un sistema di acquisto diretto del soggiorno sul sito della struttura ricettiva dà anche la possibilità di vendere con più facilità pacchetti e offerte speciali per periodi dell’anno in cui il turismo registra un netto calo.

Tuttavia, appare evidente che il lavoro di comunicazione e marketing per fare sì che gli utenti arrivino al sito della struttura e la scelgano per il proprio viaggio deve essere cospicuo e organizzato. Per questo motivo, è importante che il sito web sia performante e predisposto alla SEO (ne abbiamo parlato in un altro articolo del nostro blog).

Il dato di fatto è che oggi un sito web per chi opera nel turismo è un vero strumento di lavoro perché può diventare una piattaforma di prenotazione online e uno strumento di comunicazione molto efficace. 

Volendo semplificare, spesso per il potenziale cliente-turista-viaggiatore i passaggi che portano all’acquisto sono:

  1. Consulta Google, oppure  Booking.com (ad esempio), scegliendo la destinazione e il tipo di viaggio;
  2. Individua le soluzioni che possono fare al caso suo e prenota direttamente da lì;
  3. Oppure mi copio e incollo il nome della struttura e vede se riesce a ottenere qualche beneficio in più prenotando direttamente in struttura. 

Ed è proprio su quest'ultimo punto che bisogna lavorare di più, parallelamente alla realizzazione di un sito web ben navigabile e ottimizzato: in alcune nicchie di mercato (viaggi con cani al seguito, soggiorni per portatori di handicap, tipologie di alloggio particolari come stanze off-grid, ecc.), se scriviamo contenuti su argomenti specifici della struttura ricettiva è possibile che la essa sia più visibile su Google rispetto ai portali e alle OTA. 

Ovviamente ogni struttura ha il suo punto di forza e la sua proposta di valore. Si tratta di individuarla in modo da raggiungere il target esatto, che è  poi quello che nel potenziale potrà effettuare la conversione, contatto o acquisto diretto che sia.