Blog - 17-11-2022

Meglio un CMS open source o uno proprietario?

Meglio un CMS open source o uno proprietario?

Un CMS, acronimo di Content Management System, è un software installato sul server web che aiuta e semplifica la gestione dei contenuti. In pratica, il CMS è la base su cui creare i siti web. Se desideri sviluppare un sito o un e-commerce per la tua azienda o per la tua attività è importante che inizi a familiarizzare con questo termine.

Come agenzia web abbiamo concentrato la nostra attività nello sviluppo di siti web in Joomla! e in Wordpress e di e-commerce in Prestashop. Secondo noi, sono questi i CMS più performanti per la facilità di gestione da parte dei clienti, per l’alto livello di personalizzazione e per la possibilità di integrare estensioni e addon.

Un sito web, tuttavia, può essere sviluppato con CMS open source o con software proprietari. Vediamo meglio la differenza in termini di vantaggi e svantaggi.

CMS proprietario e CMS Open Source a confronto

Premessa: l’obiettivo di chi sviluppa siti web è consentire ai propri clienti di aumentare i profitti, migliorare l’efficienza del sito come strumento di lavoro e lavorare costantemente sulla user experience, oltre a fornire autonomia parziale o totale nella gestione del sito web.

Per fare tutto ciò le strade sono due: scegliere un CMS open source o un software proprietario. Vediamo le differenze.

XBRAIN Blog Art30 2022 meglio un CMS open source o uno proprietario focus1

Cos’è un CMS proprietario?

Come dice il nome stesso, si tratta di un software su misura a tutti gli effetti. Assolve le stesse funzioni di gestione dei contenuti di qualsiasi CMS, ma presenta tantissime limitazioni.

In genere i costi di realizzazione sono alti, in quanto devono essere sviluppate da zero tutte le modifiche, senza contare che un CMS proprietario ha tempi di sviluppo in media molto più lunghi.

Il codice, se sviluppato bene, è piuttosto sicuro visto che è noto solo a chi lo ha creato ma alle volte si scoprono falle di sicurezza che espongono il sito a essere violato (o "bucato" come diciamo noi in gergo).

Altro problema: spesso l’investimento per lo sviluppo di un CMS proprietario va a discapito degli altri strumenti fondamentali per la riuscita di un sito (come attività di web marketing o SEO e posizionamento). Molte aziende si sentono consigliare questa strada come la migliore, perché il livello di cura dei dettagli è maggiore rispetto a quello permesso da CMS open source, tuttavia, c’è una questione che ricorre sempre quando si parla di software proprietario: che cosa succede se non vuoi più lavorare con il webmaster che lo ha sviluppato? Bella domanda, anche perché questa è una condizione che si presenta molto spesso.

Chi possiede un sito gestito da un CMS proprietario si trova ad essere dipendente in tutto e per tutto dalle sorti della compagnia che lo ha sviluppato.

Un CMS proprietario appartiene all’azienda che l’ha sviluppato e viene concesso a mezzo di costo di licenza. Non ci vuole molto a capire che qualora un’azienda decidesse di cambiare agenzia web, tutto il codice con cui è stato sviluppato il sito web non sarebbe reso disponibile al successore e il lavoro dovrebbe essere fatto di nuovo da capo. Con un CMS open source questo non accade.

Cos’è un CMS open source?

I CMS open source sono software per la gestione dei contenuti creati dalle comunità e accessibili a tutti senza dover pagare licenze di utilizzo. Il codice è libero ed è nella capacità di sfruttare al meglio questa libertà che si differenzia lo sviluppo di siti web professionali dall’improvvisazione.

Tra i più diffusi CMS open source per la creazione di siti web e siti e-commerce ci sono:

  • Joomla!
  • WordPress
  • Drupal
  • WooCommerce
  • Shopify
  • Prestashop
  • Magento

I vantaggi nascono proprio dal fatto che si tratta di software in continua evoluzione, capaci, per questo, di offrire strumenti sempre all’avanguardia per lo sviluppo di siti web.

I CMS open source possono essere espansi sia con funzionalità costruite su misura, sia con funzionalità che si possono trovare già fatte online, a un costo decisamente più accessibile rispetto al doverle sviluppare ad hoc.

Open Source: una scelta etica per risultati più completi

Per un’agenzia web lavorare con CMS Open Source è una scelta di etica professionale: nel caso in cui la collaborazione non dovesse andare a buon fine, il cliente ha completa libertà di continuare a gestire il proprio sito in autonomia e come reputa più opportuno, senza per forza doverne creare uno nuovo poiché sono stati impiegati CMS proprietari.

Allo stesso tempo, un CMS open source offre grande spazio allo sviluppo di siti di alta qualità. Posto che una web agency deve saper utilizzare più CMS open source per sfruttare i diversi punti di forza, è anche giusto e inevitabile avere un proprio preferito e il nostro è senza dubbio Joomla!.

Il secondo CMS Open Source più utilizzato al mondo dopo WordPress, infatti, permette di personalizzare praticamente ogni aspetto, ottenendo risultati su misura per il cliente. Come abbiamo visto nel nostro approfondimento su Joomla 4, il miglior CMS open source del 2022, la flessibilità, la sicurezza e la facilità di utilizzo di questo CMS sono davvero impareggiabili.

Facendo affidamento sugli ottimi strumenti di Joomla! siamo riusciti a garantire un servizio molto equilibrato ed efficiente, capace di distribuire equamente le risorse tra le diverse fasi di creazione di un sito, sviluppo di funzionalità avanzate e integrazioni incluse. 

Non bisogna dimenticare, infine, che la creazione di un sito web è solo il primo di una lunga lista di punti che concorrono al suo successo, ma consideriamo sempre anche le strategie di web marketing, l’ottimizzazione dei contenuti e tutte le altre risorse. Destinare il budget solo al CMS sarebbe un grosso errore.

XBRAIN Blog Art30 2022 meglio un CMS open source o uno proprietario focus2

Perché il tipo di CMS è una scelta così importante? 

Il potere di un sito web sta tutto nel suo presentarsi come immagine sintetica della tua attività: si tratta di una piattaforma multimediale nella quale confluiscono contenuti di testo, immagini e video che devono raccontare la tua identità.

L’enorme possibilità di personalizzazione non deve portare al caos. Il sito web è ciò che ti permette di comunicare in modo chiaro ed efficace le caratteristiche uniche della tua attività in un’immagine  autentica, un’immagine che ti  renda riconoscibile dagli altri concorrenti del mercato di riferimento e che sappia essere memorabile per i tuoi utenti/clienti.

Ottenere tutto questo è decisamente più vantaggioso se si sceglie la strada dell’open source, attraverso progetti di sviluppo web personalizzabili e ben equilibrati a livello di investimento delle risorse.

Hai un progetto di cui vuoi parlarci?